STORIE AL BIVIO – Uno spettacolo di teatro forum per dire NO al bullismo

Abbiamo sempre più bisogno di una palestra sociale dove allenarci a comprendere e, in seguito, a reagire alle ingiustizie, alle discriminazioni, alle relazioni oppressive e incentivare così la crescita di competenze per comprendere il conflitto, convivere con esso e imparare a trasformarlo in risorsa.

Sulla base di questi principi è stato attuato il progetto “Comprendere e contrastare il bullismo attraverso il teatro dell’oppresso” che ha offerto  ad  un gruppo di ragazzi della nostra scuola secondaria (Alfonso, Alice D., Alice V., Angelica, Giulia, Ilenia, Karbal, Leonardo, Paolo, Sofia, Xuan Xu) un laboratorio teatrale con lo scopo principale di realizzare uno spettacolo coinvolgente e istruttivo rivolto agli studenti, ai docenti e ai genitori dell’istituto e lo scopo secondario di formare i ragazzi-attori all’esperienza dell’inclusione, dell’amicizia e della responsabilità sociale ad intervenire di fronte alle ingiustizie.

Le tecniche del Teatro dell’oppresso sono quanto di più adeguato per invitare giovani individui a riflettere sulle tematiche della conflittualità coinvolgendo non solo l’aspetto razionale ma anche quello emotivo, corporeo e relazionale.

Lo spettacolo teatrale “STORIE AL BIVIO – Uno spettacolo di teatro forum per dire NO al bullismo” è stato articolato in due momenti che hanno messo in scena dei conflitti con un finale aperto. Trovare nuovi e costruttivi finali è stato compito del pubblico che ha partecipato in maniera ampia e costruttiva.

Un sentito ringraziamento al prof. Mario Crispo, alla Fondazione CAPTA e al Comitato Genitori per la realizzazione di questo importante progetto.